Quartararo, entusiasmo in vista di Jerez: ecco cosa si aspetta

Fabio Quartararo è tornato in testa al mondiale con la vittoria in Portogallo. Il campione del mondo fissa l’obiettivo per il GP di Spagna.

Il Motomondiale entra nel vivo con la stagione europea. Fabio Quartararo si è ripreso con gli interessi i galloni di favorito per il titolo dopo la dominante vittoria di Portimao, circuito che ha esaltato le doti del francese e della sua Yamaha. La M1 ha faticato enormemente nelle prime uscite stagionali, e solo il campione del mondo sembra riuscire a farla funzionare a dovere.

Quartararo (LaPresse)
Quartararo (LaPresse)

Dopo la pole position ed il secondo posto di Mandalika, “El Diablo” era tornato a far fatica nelle tappe di Termas de Rio Hondo ed Austin, ma in Portogallo ha confermato le aspettative, portandosi a casa il primo successo stagionale. Fabio ha così interrotto un digiuno che durava dalla scorsa estate, considerando che non vinceva da Silverstone.

Quella di Portimao è stata la prima affermazione da campione del mondo per Quartararo, che ora guida la classifica della MotoGP con 69 punti. Tuttavia, il rider transalpino non è solo in vetta al campionato, dal momento che con lui c’è anche Alex Rins con la Suzuki. Lo spagnolo sta facendo della costanza la sua forza, così come fece il compagno di squadra Joan Mir due anni fa, portandosi a casa un mondiale inatteso.

Quartararo, ecco le sue sensazioni in vista di Jerez

Fabio Quartararo vuole dare una prima spallata alla stagione 2022, e la pista di Jerez è perfetta per la Yamaha. Il francese dominò qui i GP di Spagna ed Andalusia del 2020 ai tempi della partnership con il team Petronas, e lo scorso anno solo un problema all’avambraccio lo portò a rinunciare al successo.

Nel consueto comunicato stampa rilasciato dalla casa di Iwata prima di un week-end di gara, Quartararo ha raccontato le proprie sensazioni alla vigilia del Gran Premio di Spagna: “La vittoria in Portogallo è stata fantastica, mi sono davvero divertito a guidare ed in seguito ci siamo goduti i festeggiamenti con la squadra. Una bella sensazione che non provavo da molto tempo“.

Ora è già arrivato il momento di fare nuovamente sul serio. Sono in parità con Alex Rins in testa al campionato, quindi dovremo fare del nostro meglio anche in questo week-end per restare davanti. Non mi arrenderò mai, a Portimao siamo stati anche fortunati, visto che si trattava di una pista adatta alla nostra moto. Jerez è un’altra pista dove ci aspettiamo di poter fare bene. L’anno scorso avrei potuto vincere facilmente, ma il problema all’avambraccio mi ha fatto desistere. Ci proverò di nuovo“.