Valentino Rossi, la storia continua: i fan della MotoGP sono già eccitati

Nella stagione 2022 si avvertirà l’assenza di Valentino Rossi, fuori dai giochi dopo 26 anni di storia. Ma l’alone leggendario persisterà ancora a lungo.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

Nella stagione 2022 di MotoGP si avvertirà inevitabilmente l’assenza di Valentino Rossi. Dopo 26 anni nel Motomondiale il paddock perde il suo pezzo da novanta e i fan dovranno dirottare il loro tifo su altri piloti, pur conservando nel cuore il ricordo della leggenda di Tavullia. Per ancora molti anni sarà difficile non avvertire la mancanza del nove volte iridato, capace di calamitare attenzione mediatica e simpatia dentro e fuori la pista.

Non sarà in sella alla sua Yamaha M1, ma lascia in eredità il suo team VR46. E sulle tribune continuerà a persistere il colore giallo indossato e sventolato dai tifosi. Ad esempio a Silverstone, Le Mans e in Austria ci saranno tribune dedicate a Valentino Rossi nel 2022, dove sicuramente si affolleranno tanti nostalgici e appassionati che portano nel cuore il celebre #46. Persino lo storico rivale Marc Marquez si è detto convinto che sugli spalti continueremo a vedere i colori del pesarese: “Oltre metà delle tribune saranno gialle”, ha pronosticato il fenomeno di Cervera.

Bagnaia non è Valentino Rossi: la verità che devono capire tutti

Il ritorno di Valentino Rossi nel paddock

Da parte sua il fuoriclasse di Tavullia si dice lusingato per il calore dei fan che continuerà a farsi sentire anche nel 2022 e negli anni a venire: “Per me è una sensazione fantastica”, riporta Motorsport-Total.com. “Ma è anche bello per la MotoGP in generale”. Di certo non farà mancare la sua presenza, al fianco dei suoi allievi della VR46 Riders Academy e del suo nuovo team impegnato in classe regina per la prima volta come squadra satellite della Ducati. “Sicuramente andrà a qualche Gran Premio e ci sono diversi piloti dell’Academy al via”. Gli occhi saranno sicuramente puntati su Franco Morbidelli, Pecco Bagnaia e suo fratello Luca Marini, oltre al rookie Marco Bezzecchi. E possiamo scommettere che ritornerà ad essere protagonista mediatico anche senza essere più un pilota.