F1 GP Turchia, Prove Libere 1: tempi e classifica finale

Si è conclusa la prima sessione di prove libere della Turchia. Nessun particolare colpo di scena. Ferrari vicina.

Lewis Hamilton (©Mercedes Twitter)

Con qualche tifoso della Ferrari presente sugli spalti dell’Istanbul Park è scattato il weekend della F1 sul Bosforo.

Come ormai siamo abituati a vedere al semaforo verde subito grande affollamento in pista, con Alpine, Alfa Romeo e McLaren ad aprire le danze.
In azione anche la Red Bull per l’occasione dotata di una livrea bianca e rossa in onore della Honda.
1’27″439 per la Mercedes di Hamilton su mescola soffice. Interessante il lavoro della Rossa con la SF21 di Carlos Sainz dotata di ampie griglie al retrotreno per l’aerodinamica.
Verstappen piazza la sua RB16B al vertice con un 1’26″991 su soft.
La notizia del momento è che Lewis ha sostituito il cosiddetto ICE (motore a combustione interna) e domenica partirà 10 posizioni indietro.
1’24″511 per Ham sempre su soft, si riprende la testa della classifica, quindi a otto decimi l’Alpine di Ocon su hard e la Red Bull di Max su rosse.
A un quarto d’ora dall’inizio il ferrarista Sainz è ultimo.
Qualche errore qua e là per i piloti, compreso il madrileno.
Davvero degne di nota le velocità di punta raggiunte in rettilineo. L’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen è la più rapida avendo sfiorato i 332,4 km/h. Purtroppo per lui lo spunto non vale la prestazione complessiva, visto che viaggia nelle ultime posizioni. Leggermente più incoraggiante il compagno di squadra Antonio Giovinazzi, comunque quattordicesimo.
Male ancora una volta Yuki Tsunoda che, dopo un avvio di stagione promettente si è perso. Anche in questo primo turno non ha risparmiato al muretto Alpha Tauri i suoi team radio infuocati.
Bandiera a scacchi! Lewis Hamilton chiude davanti a Max Verstappen e Charles Leclerc, con un gap di 4 decimi dalla vetta. Quarto Bottas poi Sainz a poco meno di 7 decimi.

FP1 Turchia (©F1 Twitter)