Tragedie in pista, Pol Espargarò ha le idee chiare sul da farsi

Pol Espargarò suggerisce delle modifiche per ridurre il rischio di altre tragedie nelle categorie minori del motociclismo.

Dean Berta Vinales
Dean Berta Vinales (foto WorldSBK)

Sono passati appena sei giorni dalla morte di Dean Berta Vinales e il mondo delle due ruote si interroga sulle possibili soluzioni da intraprendere per ridurre al minimo i rischi che certe tragedie si ripetano. Dorna e FIM stanno studiando delle contromisure e se ne parlerà in Commissione Sicurezza. Alla pari di tutti gli altri piloti anche Pol Espargarò ha espresso la sua opinione in merito nel giovedì di conferenze stampa ad Austin.

Il pilota Honda sembra avere le idee chiare sulle contromisure immediate da prendersi. “Devo dire che oggi la situazione è più accidentale che in passato. Ricordo che quando ho iniziato c’era solo il campionato spagnolo e poi andavamo dritti ai Gran Premi. Ma ora ci sono sempre più categorie con tutti questi giovani che corrono in giro”, ha osservato il minore dei fratelli di Granollers. “È chiaro che questo aumenta il rischio di incidenti. Tutti questi giovani piloti hanno molto talento, ma la differenza tra loro è davvero molto piccola, e questo è il problema. Penso che non sia un problema di numero di piloti in pista, ma più della potenza delle moto, della giovanissima età dei piloti, oltre che della loro poca esperienza”.

Tra le soluzioni suggerite da Pol Espargarò c’è sicuramente quella di innalzare l’età minima per l’ingresso nelle categorie. Ma bisognerebbe ristudiare anche i motori delle due ruote e non solo… “Penso anche che le moto siano troppo lente. Ricordo che ai miei tempi le moto da 125cc erano molto veloci, molto aggressive. Ma oggi un pilota non può seguirne un altro se quest’ultimo è mezzo secondo più veloce, altrimenti rischia di fare un highside. Tutto questo è legato alla mancanza di potenza delle motoc. Dico quello che mi viene in mente, ma penso anche che bisogna guardare davvero e profondamente al problema per trovare le giuste soluzioni”.

Espargaro Pol
Pol Espargarò, pilota del team Repsol Honda MotoGP (Getty Images)