Giulia GTA diventa auto da collezione: 500 unità sold out

Le 500 unità di Alfa Romeo Giulia GTA sono andate esaurite in poco tempo e acquistate in tutto il mondo diventando un pezzo da collezione.

Alfa Romeo Giulia GTA

Presentata alla stampa lo scorso maggio, la Giulia GTA diventa a tutti gli effetti una “collector’s car” e le 500 unità numerate previste da Alfa Romeo sono andate tutte esaurite. Un successo commerciale di portata internazionale che ha attirato clienti da tutto il mondo, anche da Cina, Australia e Giappone.

Una versione speciale per festeggiare i 110 anni del marchio Alfa Romeo, basata sull’iconica Balocco la GTA del 1965 per far rivivere in chiave moderna un pezzo di storia. 500 furono le unità della Giulia GTA del 1965 (numero necessario per ottenere l’omologazione sportiva nella categoria Turismo Gruppo 2) e 500 gli esemplari realizzati nel 2021. Diversi i punti in comune tra le due parenti lontani, a cominciare dall’alleggerimento rispetto alla versione standard, intervenendo su maniglie, vetri e cerchi.

Anche l’aerodinamica è stata ritoccata con l’aggiunta di prese d’aria per entrambi i modelli, ma nel 1965 questa area era ancora agli inizi, mentre la GTA di oggi ha potuto giovarsi della collaborazione con Sauber Engineering, forte di 50 anni di esperienza nel motorsport. Infine per la realizzazione della Giulia GTA si è contato sul supporto di piloti di calibro mondiale: Teodoro Zeccoli e Andrea de Adamich che, con la prima Giulia GTA, ebbero i loro più grandi successi, e i due piloti del team F1 Alfa Romeo Racing Orlen, Antonio Giovinazzi e Kimi Räikkönen, che hanno preso parte attiva in alcune sessioni di collaudo in pista.

Alfa Romeo Giulia GTA