Hamilton sul possibile ritiro: “Sono anni che ci penso”

Hamilton e i dubbi se proseguire in F1. L’inglese confessa di aver pensato in più occasioni di smettere di correre.

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Il suo rinnovo biennale con la Mercedes ha lasciato un po’ tutti di stucco. Certo, sapendo quanto grande sia il suo amore per le sfide si poteva immaginare che avrebbe proseguito nel 2022 quando le macchine saranno piuttosto diverse dalle attuali, ma addirittura estendere l’accordo con la Stella anche al 2023, quella è stata decisamente una sorpresa.

Le ragioni sono molteplici. Per prima cosa la presenza nel team di George Russell, chiaramente il futuro del marchio, ma anche le evidenti distrazioni dell’inglese che, come sappiamo, è impegnato su più fronti dello show biz. Cinema, musica e moda sono ormai il suo pane quotidiano tanto quanto il mondo dei motori. Un aspetto, questo, che lo distingue senz’altro dai colleghi, pressoché monotematici.

Forse è proprio con tale consapevolezza che nell’interiorità dell’asso di Stevenage si è insinuato il dubbio sul da farsi. Lasciare, o restare?

“E’ da quattro o cinque anni che ci penso”, ha confessato a Sky Italia. “È come un’onda nella mia mente. Va e viene. In diversi momenti mi sono chiesto se avessi ancora la voglia di provarci, di sacrificarmi con gli allenamenti a discapito della vita personale”.

Dunque, l’interrogativo se dedicarsi ad altre attività è da un po’ che bussa nel cuore e nella testa del sette volte iridato, ma finora ha sempre resistito anche per senso gratitudine verso uno sport che lo ha reso ricco e famoso.

“Si tratta di una questione di equilibrio”, la sua riflessione. “Mi dico che se ancora sono affamato e mi alleno come da ragazzo, cosa che sto facendo, e ottengo grandi risultati, ne vale la pena. Se dovessi ritrovarmi più lento, senza forza per allenarmi e demotivato, allora capirò che sarà il momento di smettere”, ha concluso convinto di non voler salutare il Circus alla Valentino Rossi.

Lewis Hamilton (©Getty Images)

Chiara Rainis