F1 GP Russia, maltempo sul circuito: cancellata la sessione di prove

La pioggia ferma la F1. In Russia cancellato il terzo turno di prove libere a causa del violento temporale che ha colpito la zona nella notte.

Cancellazione FP3 Russia (©F1 Twitter)

Ancora una volta la massima serie non è stata in grado di gestire il maltempo, malgrado le previsioni fossero note da qualche giorno e anche alla vigilia del weekend ci fossero state delle avvisaglie (paddock allagato), si è fatta cogliere impreparata.

Svegliatasi sabato mattina sotto l’acqua la carovana ha fatto saltare prima la gara la F2 prevista per le 10:30 locali e in seguito l’FP3 della F1.

La FIA illustra i motivi

A darne notizia e conferma, la stessa Federazione che con una nota ufficiale ha spiegato il perché abbia ritenuto opportuno modificare la tabella di marcia.

“Avendo ricevuto una richiesta dal direttore di corsa, in conformità con l’articolo 15.3 a) del Regolamento Sportivo di Formula 1, e gli articoli 11.9.3.m e 11.9.3.o del Codice Sportivo Internazionale federale, si è deciso, nell’interesse della sicurezza, di modificare il programma ufficiale cancellando la terza sessione di prove libere per cause di forza maggiore”, si legge.

Anche per ragioni di tempistiche il turno non verrà recuperato, dunque si andrà direttamente alle qualifiche fissate per le 14 italiane.

“Stamane abbiamo visto che l’intensità della pioggia è variabile. Il nostro obiettivo è di valutare le condizioni in tempo reale”, ha specificato Michael Masi. “Le previsioni indicano che la situazione attuale si dovrebbe protrarre fino alle 13:30, poi tenderà a migliorare”, ha evidenziato come la priorità resti completare la programmazione del Circus.

Il problema resta tuttavia la luce. Qualora non vi fosse un rasserenamento, non si potrà attendere a lungo dato che dopo le 18 scende il buio. Di conseguenza, per evitare il ripetersi di situazioni vergognose come quelle vissute in Belgio, in caso di brutto tempo si procrastinerà la qualifica a domenica mattina.

 

Circuito Sochi (©F1 Twitter)

Chiara Rainis