Non solo MotoGP: Stefan Bradl si dedica ad una nuova avventura

Stefan Bradl ha partecipato al DTM Track Day al volante di una Lamborghini Huracan GT3. Sarà l’inizio di una nuova avventura?

Stefan Bradl (foto Instagram)

Stefan Bradl ha disputato il GP di Misano concludendo al 14° posto e martedì ha partecipato alla prima delle due giornate di test IRTA per provare il prototipo 2022 della Honda RC213V. Nei giorni scorsi è anche arrivato il rinnovo di contratto per il ruolo di collaudatore con HRC fino al termine del 2023.

Dopo il test a San Marino il pilota tedesco è ritornato subito in patria e poche ore dopo si è messo in viaggio verso Hockenheim per partecipare al DTM Track Day con una Lamborghini Huracan Evo GT3 del team T3 di Dresda. “Quando ho lasciato Misano, la mia testa non era ancora concentrata sulle quattro ruote”, ha detto l’ex campione Moto2 a Speedweek.com “Martedì mi sono dovuto concentrare sul prototipo (MotoGP, ndr). Ma sono felice di questa opportunità e sono felice di poterla cogliere. Salgo in macchina e voglio godermi questa giornata e basta!”.

Parentesi o inizio di una nuova avventura?

Non è ancora chiaro il suo impegno nella categoria, ma non è da escludere che possa essere l’inizio di una nuova avventura. “Se a un certo punto la partecipazione da ospite nel DTM dovesse diventare rilevante, allora mi preparerò in modo diverso per questa competizione”, ha dichiarato il 31enne pilota di moto GP. “Ma ora si tratta solo di conoscere e avere una prima impressione di questa vettura sportiva. Dopotutto, l’ingegnere di gara mi ha inviato in Italia tutti i dettagli sull’abitacolo, sul cruscotto e sui pulsanti di controllo – ha aggiunto Stefan Bradl -. Dieci anni fa ho completato due giorni di test in un veicolo della VW Scirocco Cup. Questa è tutta la mia esperienza con le quattro ruote in pista. Non ho mai guidato una vera macchina da corsa prima. Sarà una sfida completamente nuova”.

Per il tedesco si tratta di uno sport abbastanza diverso dalle due ruote. La Lamborghini che ha tra le mani ha una potenza di 500 CV e un peso di una tonnellata, ci vorrà del tempo per abituarsi. “Forse questa giornata di test DTM sarà una storia unica. O forse l’argomento diventerà più specifico con un guest start del DTM nel 2022”.

Stefan Bradl (getty images)