SBK, Michael Rinaldi si vendica contro i detrattori

Michael Rinaldi lascia Barcellona con un podio e una vittoria e risponde alle critiche che gli sono piovute dopo Misano.

Michael Rinaldi (foto Instagram)

Terza vittoria stagionale per Michael Ruben Rinaldi che lascia il Montmelò con un podio e una vittoria. Consolida il quarto posto in classifica e si prende una grande soddisfazione dopo le critiche incassate nelle ultime settimane. Il pilota italiano è stato preferito a Chaz Davies lo scorso autunno, ma sta dimostrando che la casa emiliana ha fatto la scelta giusta.

Rinaldi ha vinto due gare a Misano e ha trionfato nella seconda gara principale a Barcellona. Ha festeggiato la sua prima vittoria ad Aragon nel 2020 e ora ne detiene quattro in totale. “Voglio ringraziare la mia squadra, mi hanno sempre sostenuto e non si sono mai lamentati di me – ha detto Michael Rinaldi dopo la gara di ieri -. Per noi si tratta sempre di capire cosa sta succedendo in pista. So che possiamo essere veloci, ma a volte non è facile. Su alcune piste il mio stile di guida non è buono come su altre, lì devo migliorare. Adesso sono riuscito a reagire, sono stato molto criticato in seguito alle gare di Misano. È bello tornare di nuovo sul podio ed essere al top”.

Anche l’italiano deve fare i conti con gli alti e bassi di una Panigale V4R non ancora costante e al top come la Yamaha e la Kawasaki. “Ho sempre detto alla mia famiglia che non voglio essere solo un numero nelle corse”, ha aggiunto il pilota Ducati come riportato da Speedweek.com. “Non voglio finire ottavo o decimo, sono qui per vincere. È sempre stato nel mio DNA. So che posso farlo nelle giuste condizioni. So bene di non essere perfetto. Ma se lavoriamo sodo, allora possiamo essere forti come gli altri”.

Michael Rinaldi (foto Instagram)