Russell si prepara al futuro con Hamilton: “Sarà una sfida molto dura”

Dopo la firma con Mercedes, Russell non vede l’ora di confrontarsi con il 7 volte campione del mondo. E non lo nasconde

George Russell (Foto Bryn Lennon/Getty Images)

Arriva il weekend di Monza e per George Russell ha un valore speciale. Arriva infatti dopo l’ufficialità in Mercedes per il 2022, la grande occasione che l’inglese sognava da tempo.

Russell, a Monza guardando al futuro

“Sicuramente é un’emozione, ma è anche surreale per me”, ha commentato il 23enne in conferenza stampa. “Sono parte della Mercedes dalle categorie minori e anche in Williams loro si occupavano di me”. Sarà lui a sostituire Valtteri Bottas. E soprattutto affiancherà il suo mito, Lewis Hamilton, per un duo tutto britannico.

C’è da pensare ancora a un 2021 che non sarà semplice, viste le prestazioni della Williams, ma Russell già pensa a quel confronto in squadra con Lewis, che sarà tutt’altro che una passeggiata: “Non mi illudo, so che sarà dura”, ha ammesso, “ma con i nuovi regolamenti dovremo anche collaborare. Sono emozionato di lavorare insieme a lui. Io e Lewis abbiamo parlato questa settimana, ed è un privilegio per me essere affiancato a lui. Credo nelle mie aspettative per il futuro ma allo stesso tempo so quanto sarà difficile sfidare un sette volte campione del mondo. Sfrutterò il prossimo anno per imparare quanto più possibile”.

I retroscena e il ritorno di Albon

Il futuro di Russell era in discussione già da inizio stagione. Il passaggio in Mercedes sembrava inevitabile, ma l’incidente a Imola con Bottas e le polemiche poi nate sembravano aver rallentato il tutto. Le parole dell’inglese qualche mese fa avevano comunque fatto capire come, con l’estate ormai alle porte, c’era bisogno di sapere novità sul suo futuro, ma soprattutto avevano fatto trasparire che aveva bisogno di una sfida importante. Ed è arrivata.

Russell ha voluto comunque chiarire il momento in cui gli è stata comunicata la notizia ufficiale da parte del team tedesco: “Ho appreso della decisione nella settimana prima di Spa”, ha ammesso. “Dalla scelta alla firma del contratto poi il passo è stato breve”.

Russell che rivedrà poi il prossimo anno un suo “compagno” delle categorie minori, Alex Albon, che sostituirà proprio Russell in Williams: “Sono contento di rivedere Alex in F1, credo che meriti una nuova opportunità in griglia”.

George Russell sul podio (Foto Dan Mullan/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> L’ultima idea pazza della F1: dedicare il venerdì ai piloti emergenti