Il digiuno di Valentino Rossi e l’unica vittoria Ducati: la MotoGP ad Aragon

Entrato nel Mondiale nel 2010, Aragon è sempre stato conquista per gli spagnoli. Solo Stoner ha rotto il tabù. E Rossi non ha mai vinto qui

Rossi ad Aragon nel 2020 (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Un circuito “giovane” per il Motomondiale quello di Aragon, che comunque piace molto per il suo layout. E che ha visto comunque battaglie molto importanti per il Mondiale MotoGP.

Aragon e l’unica volta Ducati targata Stoner

Un circuito con due lunghi rettilinei, che in teoria dovrebbero favorire la Ducati. Ma qui la Rossa di Borgo Panigale in realtà non si è mai trovata troppo a suo agio. E pensare che il debutto nel 2010 fu col botto. Sì, perché a trionfare fu Casey Stoner, con Nicky Hayden terzo. Ma fu anche l’unico per la casa italiana. Da allora la Ducati ha ottenuto cinque podi: Cal Crutchlow terzo nel 2014, Jorge Lorenzo terzo nel 2017, Andrea Dovizioso secondo nel 2018 e 2019, e Jack Miller terzo nel 2019.

Aragon in quell’occasione divenne il sesto circuito spagnolo dopo Jerez, Catalunya, Jarama, Montjuich e Valencia. L’anno successivo il bis di Stoner, stavolta sulla Honda. L’australiano tra l’altro è stato uno dei pochissimi non spagnoli a occupare un odei primi due posti ad Aragon. Perché il Gp è sempre stato terra di conquista per i piloti di casa. Inoltre Stoner (2010, 2011) insieme a Marc Marquez (2013, 2016, 2019) è l’unico pilota ad aver vinto qui partendo dalla pole.

I numeri del tracciato

La Honda è il costruttore di maggior successo ad Aragon, con sette vittorie contro le due della Yamaha, che non trionfa qui dalla doppietta di Jorge Lorenzo messa a segno nel 2014 e 2015. Nel 2020 invece ha rotto il digiuno la Suzuki, con il trionfo di Alex Rins e il futuro campione del mondo, Joan Mir, terzo.

Aragon è, invece, un tabù per il nove volte campione del mondo Valentino Rossi che non ha mai vinto sul circuito spagnolo. Il risultato migliore nella MotoGP di Aragon per il pilota di Tavullia è stato il terzo posto ottenuto tre volte: nel 2013, nel 2015 e nel 2016. Il MotorLand Aragon è uno dei soli cinque circuiti dove il Dottore ha corso nella classe regina e non ha avuto una vittoria insieme ad Austin, il Red Bull Ring, Buriram e Istanbul.

LEGGI ANCHE —> Cara Ferrari, il vero problema è che ormai ti sei abituata alla mediocrità

Vinales ad Aragon nel 2020 (Foto Getty Images)