Mick Schumacher, ormai è guerra con il suo compagno: rottura definitiva

Il duello tra Mick Schumacher e Nikita Mazepin, i due portacolori della Haas, a questo punto è davvero senza esclusione di colpi

Mick Schumacher e Nikita Mazepin
Mick Schumacher e Nikita Mazepin (Foto Michael Regan/Getty Images)

Tra Mick Schumacher e Nikita Mazepin la rottura ormai è conclamata. Il weekend di Zandvoort è stato la proverbiale goccia che ha fatto traboccare il vaso già colmo di tensione nel rapporto tra i due piloti della Haas.

In qualifica, il russo aveva accusato il tedesco di averlo superato contravvenendo agli accordi reciprochi e di avergli così ostacolato il giro più veloce. In gara, Nikita ha superato Mick al via, ma quest’ultimo ha tentato di rispondergli sul finale del primo giro, lo ha affiancato, ma è stato quasi spinto contro il muretto dal suo vicino di box, e ha dovuto quindi desistere.

“C’è stato un piccolo contatto con il mio compagno per qualche ragione che non comprendo”, ha dichiarato Schumino al termine della gara ai microfoni di Sky Sport Inghilterra. “Ma sapete come la penso: le cose stanno così”. Laddove “così” indica una guerra aperta tra i due lati del box statunitense. Un rapporto talmente logoro da essere a questo punto addirittura irreparabile, secondo lo stesso diretto interessato.

Scontro aperto tra Schumacher e Mazepin in Haas

“Non penso che la situazione si possa risolvere, ad essere onesto”, ha affermato con un certo scetticismo il figlio d’arte. “Sembra che nella sua testa voglia a tutti i costi starmi davanti. Questo mi sta bene, non ho nulla in contrario, ma se arrivi al punto da difenderti così aggressivamente contro il tuo compagno di squadra, non mi pare l’approccio giusto. Non giustifica che mi spinga verso il muro e verso la corsia dei box, non penso che sia il modo corretto. Probabilmente dovremo parlarne con il team”.

Il parere del team è che entrambi si debbano dare una calmata: “Credo che la responsabilità sia di tutti e due”, ha spiegato il boss Guenther Steiner. “La colpa non è di nessuno, bisogna solo lavorare costruttivamente. Il piano è quello di incontrarci prima di Monza per capire come evitare episodi simili in futuro. Ho già provato a spiegarglielo una volta e dovremo giungere ad una conclusione, altrimenti saremo costretti ad imporre regole ferree”.

Mick Schumacher e Nikita Mazepin
Mick Schumacher e Nikita Mazepin (Foto Lars Baron/Getty Images)

LEGGI ANCHE —> Mercedes, esplode il caso. Bottas sgambetta Hamilton: “Che sfrontato”