Vinales ammette: “Difficile essere compagno di Valentino Rossi”

Vinales ha commentato con entusiasmo il ritorno immediato in pista con l’Aprilia. Ha parlato anche di Quartararo e Valentino Rossi.

Maverick Vinales Valentino Rossi
Maverick Vinales e Valentino Rossi (Getty Images)

La decisione è ufficiale da ieri: Maverick Vinales gareggerà con l’Aprilia da Aragon. Il test a Misano Adriatico è stato così positivo da indurre il team ad accelerare il debutto.

Il pilota spagnolo ha avuto in fretta un buon feeling con la RS-GP, anche se chiaramente deve migliorare tante cose e bisognerà vedere come andrà in un weekend di gara. Fare un test è una cosa e disputare un gran premio è un’altra, non lo scopriamo noi. Ad ogni modo, per l’ex rider Yamaha è importante lavorare soprattutto in ottica 2022. Ormai per quest’anno il titolo mondiale non è più possibile, pertanto diventa fondamentale il lavoro in vista del prossimo campionato.

LEGGI ANCHE -> Aprilia, obiettivo titolo MotoGP: Rivola svela quando sarà possibile

MotoGP, Vinales commenta l’avventura in Aprilia e non solo

Vinales ha concesso un’intervista a La Gazzetta dello Sport e ha parlato innanzitutto dell’entusiasmo ritrovato con l’Aprilia: «Questo forse è il momento più felice della mia vita. La cosa importante era restare tranquilli: sono stato con la famiglia, allontanandomi da tutto il casino. L’obiettivo era ripartire, trovare il modo di massimizzare il potenziale, usare tutto il talento. In Yamaha non sono mai riuscito a dare il meglio, magari lo facevo per cinque gare, ma mai tutto il campionato. Quindi, per me non aveva senso rimanere lì. Anche perché perdi fiducia».

Il pilota spagnolo è felice di correre subito con la RS-GP, un modo per velocizzare l’apprendimento della moto e prepararsi al meglio in vista del 2022: «È stato importante, perché il modo migliore per preparare il prossimo anno è fare delle gare. Già ad Aragon potrò iniziare a capire molte cose: mi sono bastati tre giri per decidere che volevo correre. Battere Aleix Espargarò? Non è neanche nella mia testa il pensiero di provare a batterlo alla prima gara. Devo imparare e capire, fare i vari passi piano piano».

Maverick ammette di avere rinunciato a tanti soldi con l’addio alla Yamaha, ma pensa che sia più importante altro: «Molti, molti. Ma i soldi nella vita non sono importanti, lo è sentirsi felici, realizzati. Questo per me era fondamentale».

Fabio Quartararo ha liquidato in maniera fredda le domande sull’addio di Vinales alla Yamaha. Invece Valentino Rossi si è dimostrato molto dispiaciuto e sperava che le parti potessero riappacificarsi. Il rider di Figueres commenta: «Da Fabio non me lo aspettavo, perché abbiamo sempre avuto un rapporto molto bello. Ma forse è perché sta facendo un gran campionato ed è concentrato su di sé. Quindi è giusto che dica così. Valentino… la verità è che con lui ho sempre avuto un bel rapporto. Abbiamo passato momenti molto difficili, ma siamo sempre stati l’uno al fianco dell’altro. Era difficile essergli compagno a livello di immagine e di tifosi, ma tutto il rapporto, ai box come fuori, è stato bellissimo».

Maverick Vinales
Maverick Vinales (foto Aprilia)