L’incertezza di Marc Marquez: “Mi sta succedendo una cosa strana”

Marc Marquez ha molti dubbi rispetto alla sua condizione fisica, in particolare per quanto accaduto prima delle ferie estive della MotoGP

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto Gold & Goose / Red Bull)

Se la sua pista talismano del Sachsenring lo ha meritatamente riportato alla vittoria, per la prima volta dopo il brutto infortunio dello scorso anno, resta comunque il fatto che le condizioni fisiche di Marc Marquez rimangono tuttora ben lontane dalla perfezione.

Tanto che, in occasione dell’ultima tappa prima della pausa estiva, il Gran Premio d’Olanda ad Assen, addirittura la sua partecipazione alla stessa gara è stata in dubbio fino agli ultimi giorni. Lo ha raccontato lui stesso, nel corso di un’intervista concessa all’emittente in streaming Dazn.

“Mercoledì, senza fare nulla di particolare, ho chiamato Alberto Puig (il team principal della Honda, ndr) e gli ho detto che non sapevo se avrei potuto correre nel weekend”, ha spiegato il Cabroncito. “Ho avuto molta infiammazione, giovedì mi ha curato il fisioterapista e venerdì ero pigro. Ma durante il fine settimana è migliorato. Non è peggiorato. È un po’ strano quello che mi sta succedendo”.

Marc Marquez ancora in ripresa

Il mese di ferie e di pausa dalle gare, dunque, non potrebbe arrivare in un momento migliore: “Voglio disconnettermi da tutto e non fare nulla, anche il mio corpo ne ha bisogno”, conferma l’otto volte campione del mondo. “Non voglio essere preoccupato per la spalla, il braccio, tutto. L’obiettivo è tornare ad allenarmi a modo mio: moto, moto e ancora moto. Questo è quello che mi chiede la seconda parte del campionato. Non dico nemmeno di poter vincere, ma essere più regolare e non avere ricadute, che sarebbe la peggior ipotesi”.

Il suo auspicio è che, al rientro in pista con il Gran Premio di Stiria al Red Bull Ring, si ritrovi, se non al 100%, comunque nella situazione migliore possibile: “Spero che la percentuale sia alta, ma al momento è sconosciuta”.

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto Gold & Goose / Red Bull)

LEGGI ANCHE —> Honda, le pagelle di metà 2021: quanto è dura ritornare ai vertici