Ferrari, un passo indietro che non sorprende: “Ce lo aspettavamo”

Le prove libere del Gran Premio di Francia fa ritornare bruscamente la Ferrari alle posizioni di inizio stagione. Ma era tutto previsto

Charles Leclerc ai box nel Gran Premio di Francia di F1 2021 al Paul Ricard
Charles Leclerc ai box nel Gran Premio di Francia di F1 2021 al Paul Ricard (Foto Ferrari)

Un quinto e un ottavo posto. Bottino decisamente magro quello del venerdì di prove libere del Gran Premio di Francia per la Ferrari, una squadra che veniva da due pole position consecutive conquistate a Monaco e in Azerbaigian. Ma nel box della Rossa non si respira aria di stupore, né di delusione.

Il passo indietro in termini di risultati compiuto dalla SF21 sul circuito del Paul Ricard era stato ampiamente previsto, come spiega Charles Leclerc. “I risultati qui sono in linea con quanto ci aspettavamo”, ammette ai microfoni di Sky Sport, “mentre veniamo da due weekend, quelli di Montecarlo e di Baku, che sono andati molto meglio rispetto alle attese. Queste posizioni sono più in linea con quanto ci aspettiamo”.

Ferrari, Leclerc ha margini di miglioramento

Il Piccolo principe si accontenta dunque della sua posizione e, soprattutto dei passi in avanti compiuti nel corso della giornata in termini di messa a punto della vettura. Consapevole, però, che questo è solo l’inizio del weekend di gara e la strada da compiere è ancora molto lunga.

“Il quinto posto non è male, ma c’è ancora tanto lavoro da fare in vista di sabato”, conclude il monegasco. “Abbiamo recuperato bene rispetto alle prime prove libere, la macchina mi ha dato sensazioni molto migliori e di questo siamo contenti”.

Sainz: “Siamo tornati alla realtà”

Gli fa eco il suo compagno di squadra Carlos Sainz, che si è piazzato ancora più indietro in classifica. “Le sensazioni sono discrete, in questo tracciato le caratteristiche sono molto diverse rispetto agli ultimi due su cui abbiamo corso”, conferma lo spagnolo. “Siamo contenti, anche se siamo tornati alla realtà”.

Il figlio d’arte mette in luce anche una criticità per quanto riguarda la gestione degli pneumatici: “Le medie non sono gomme buone per noi, siamo andati meglio con le morbide e le dure. Le medie non vanno proprio, non capiamo il perché”.

LEGGI ANCHE —> Verstappen, occhio alla superiorità Mercedes: analisi delle libere in Francia

Carlos Sainz in pista al Gran Premio di Francia di F1 2021 al Paul Ricard
Carlos Sainz in pista al Gran Premio di Francia di F1 2021 al Paul Ricard (Foto Ferrari)