Fabio Quartararo: il primo avversario non è una Ducati

Fabio Quartararo è leader del Mondiale. Il suo primo avversario? Secondo l’alfiere Yamaha sarà Miguel Oliveira.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo (getty images)

Al Mugello e in Catalunya Miguel Oliveira ha dato una dimostrazione chiara del suo potenziale e di quello della sua KTM RC16. Il nuovo telaio ha saputo riadattare meglio la moto alle nuove gomme e potrebbe consentirgli di essere un candidato concreto nella corsa al titolo mondiale 2021. Il portoghese ha raccolto 45 punti in classifica nell’arco di una settimana. Nelle cinque gare precedenti, ha raccolto un magro bottino di 9 punti.

Al Montmelò ha recuperato terreno su Fabio Quartararo, l’ha superato e ha preso il largo. Una bella batosta per la Yamaha M1 del francese che ha poi dovuto cedere il podio a causa delle due ormai risapute penalizzazioni. Se finora i costruttori candidati al Mondiale erano solo Yamaha e Ducati, adesso la KTM di Oliveira potrebbe essere la variabile impazzita. Ma sarà al Sachsenring che sapremo se le ultime due gare sono state un fuoco di paglia oppure un concreto segnale di ascesa da parte del prototipo di Mattighofen.

Intanto Fabio Quartararo alza la guardia sul pilota portoghese: “Sì, perché l’anno scorso hanno dimostrato di essere super veloci. Per me Miguel è uno dei piloti più veloci del paddock. Penso che siano competitivi”. Del resto il podio e la vittoria di Oliveira sono arrivati su tracciati tecnicamente diversi e impegnativi. “Se sei veloce al Mugello e a Barcellona, ​​allora sei veloce”, ha proseguito il pilota di Nizza. “Miguel non ha avuto il miglior inizio di stagione. Per fortuna ho qualche punto di vantaggio. Ma mi aspetto che lotterà per il Mondiale”.

MotoGP - Miguel Oliveira (GettyImages)
MotoGP – Miguel Oliveira (Getty Images)