Espargarò tende la mano al suo collega: “Perseguitato dalla sfortuna”

Aleix Espargarò parla del momento sfortunato che sta vivendo Alex Rins: “Non lo auguro a nessun collega”

Aleix Espargaro (Getty Images)

Alex Rins sembra perseguitato dalla sfortuna in questo inizio di stagione. Dopo quattro cadute in gara consecutive è arrivato anche l’infortunio il Catalunya, quando giovedì, durante un allenamento in pista con la bici, ha rimediato un incidente quasi paradossale. Nella gara casalinga avrebbe voluto invertire la rotta del campionato, invece è volato a Barcellona per farsi operare al braccio destro e assistere alla gara dai box. Peggio di così non poteva andare per il pilota della Suzuki..!

La frattura vicino al polso è stata fissata con due viti, tutto è proceduto regolarmente e forse potrà tornare regolarmente alla guida della sua GSX-RR in occasione del prossimo appuntamento al Sachsenring. A parlare della vicenda è il suo connazionale Aleix Espargarò, pilota Aprilia, anche lui autore di una caduta al Montmelò. Ma la situazione di Alex Rins è quasi grottesca… “Questo non è qualcosa su cui scherzare perché mi dispiace molto per lui. Ha avuto un sacco di incidenti e quando ho letto del suo incidente in bici e del fatto che non poteva partecipare a una gara mi è dispiaciuto per lui. Perché non lo auguro a nessun collega”.

Ma quando la sfortuna si accanisce c’è ben poco da fare, se non attendere… “È stata solo sfortuna, io stesso percorro quasi 20.000 km con la mia bici da corsa ogni anno e corro anche quando piove o nevica. Tuttavia, non ho avuto un incidente negli ultimi quattro o cinque anni. Gli incidenti possono accadere quando ti alleni e lui è solo molto sfortunato – ha aggiunto Aleix Espargarò -. Forse era distratto perché ha aggiustato qualcosa sulla sua bici, ma è stato sicuramente molto sfortunato”.

Aleix Espargaro (getty images)