F1 Azerbaijan, Gara: risultati e classifica finale

Si è concluso un GP dell’Azerbaijan denso di colpi di scena e con una Ferrari meno competitiva del previsto.

(Red Bull Twitter)

Dopo un sabato culminato con una sessione di qualifica movimentata, è scattato il GP di Baku.
Prima dell’inno i piloti hanno ricordato Max Mosley e Mansur Ojjeh, recentemente scomparsi.

Semafori spenti!

Leclerc mantiene le pole davanti ad Hamilton e Verstappen. Ottimo Perez capace di recuperare 2 posizioni con la sua Red Bull. Sainz invece scivola sesto. Contatto in fondo al gruppo tra l’Aston Martin di Stroll e la Haas di Schumacher.
Al giro 3 Ham supera Charles. Taglio di chicane per Mad Max.

Ritiro per l’Alpine di Ocon al giro 4. Esteban aveva appena parlato di un calo di potenza improvviso.

Al giro 7 Verstappen infila con facilità Leclerc.

1’47″046 per Perez che svernicia la Rossa #16 al giro 8. Intanto Norris fa il primo pit stop.

Gomme dure per Leclerc. Il monegasco rientra 10°.
Grande ritmo per Perez.
Alla tornata 11 hard pure per Sainz.

Al giro 12 Sainz finisce in una via di fuga e rientra 15esimo.

Sosta per Ham e Bottas, entrambi su dure. Per Lewis qualche problema.
Ne approfitta Verstappen con un cambio gomme da 1″9. Al momento Perez guida su Vettel e Verstappen.
Sosta lunga per Perez, ma rientra comunque davanti al #44.

Al giro 16 Ricciardo supera Alonso ed è 12°.
Vettel al comando. Era dal Brasile 2019 che non succedeva.
Al giro 19 pit stop per Vettel che rientro 7° alle spalle di Leclerc.
Con moltissima fatica al giro 23 Sainz riesce a passare Giovinazzi. Era da parecchie tornate che l’iberico seguiva da vicino l’italiano dell’Alfa. Hamilton ammette di essere in difficoltà a tenere il passo delle Red Bull.
Testacoda per Mazepin al giro 25.

Sainz passa Alonso, ma è ancora lontano dalla top 10.

Al giro 31 brutto incidente per Stroll. Pezzi di carbonio della sua Aston Martin lungo il rettilineo. Safety Car in azione.

Al giro 34 problema con una gomma per Schunacher
Al giro 36 si riprende! Verstappen si mantiene davanti a Perez ed Hamilton. Ottimo restart di Vettel che supera Leclerc e insidia Gasly per la quarta piazza. Bel sorpasso di Raikkonen su Bottas. L’Alfa #7 è 12esima.

Vettel scatenato passa Gasly e si mette a caccia di Ham.
Al giro 39 Ham insidia Verstappen.
Anche Giovinazzi su Bottas.

1’45″125 è la risposta di Max agli attacchi di Lewis.



Colpo di scena al giro 47!!! Foratura posteriore sinistra per Verstappen che sbatte violentemente contro le barriere. La dinamica è la stessa di Stroll.

Safety Car.
Al giro 49 viene esposta la bandiera rossa, Al momento Perez guida su Hamilton e Vettel.

Latifi sotto investigazione per non essere passato dalla pit lane sotto bandiera.
10″ di stop&go per il pilota Williams.
Dopo una lunga pausa, si riparte da fermi.
Via! Ham prende il comando ma va dritto. Perez comanda su Vettel e Gasly. quarto leclerc, ottavo Sainz. Nei 10 Raikkonen.

Bel duello tra Charles e Pierre per il podio.

Vittoria per Sergio Perez davanti a Sebastian Vettel e Pierre Gasly
. Quarto Leclerc. Quindicesimo Hamilton.
Problemi sulla macchina di Checo, ma il messicano ha già passato il traguardo.

Sebastian Vettel (Aston Martin Twitter)