F1 GP Emilia Romagna, Gara: risultati e classifica finale

Si è concluso un GP di Imola ricco di colpi di scena e sorprese. Buone notizie per la Ferrari ad un passo dal podio.

Max Verstappen (©Red Bull Twitter)

Con un meteo piovoso ha preso il via il GP dell’Emilia Romagna.

Incidente per Fernando Alonso alla Tosa mentre si schiera. Lo spagnolo è stato costretto a sostituire il musetto.

Testacoda e ghiaia per Leclerc nel warm up lap. Vettel parte dai box.

Semafori spenti!! Manovra decisa di Verstappen che con aggressività supera Hamilton. Saltano pezzi della Mercedes.
Errore per Sainz.

Safety Car! Incidente per la Williams di Nicholas Latifi dopo un contatto con la Haas di Mazepin. L’inglese si era già girato qualche curva prima.

Verstappen guida su Ham, Leclerc, Perez e Ricciardo. Ottavo Sainz.
Clamoroso errore di Mick Schumacher. Mentre sta scaldando le gomme perde il controllo della sua Haas e sbatte. A causa della pit lane chiusa è costretto a proseguire senza ala.

Brivido per Sergio Perez che finisce fuori. Tutti i piloti sono su gomme intermedie.

Al giro 7 si riparte. Ham tenta di insidiare Mad Max, ma non ce la fa. Leclerc si fa vedere da Lewis, però poi cambia idea. Bagarre tra Sainz e Gasly per la sesta piazza, con il ferrarista che supera l’Alpha Tauri.

Al giro 8 dell’azione di Lando Norris che passa Sainz nel frattempo ripassato da Pierre.
Al giro 11 nuovo liscio per Sainz.
Verstappen comanda su Ham, Leclerc, Perez, Ricciardo, Norris, Sainz e Stroll. Checo sotto investigazione per aver superato in regime di SC.
Ham comincia con i temponi.
Problemi di gomme per Gasly che viene sfilato anche da Bottas.
10″ di stop&go per Perez.
Ancora ghiaia per Sainz.
Ormai 17° Gasly rientra al box e monta le intermedie.
Alla tornata 18 Ricciardo fa passare Norris su richiesta del team.
10″ di stop&go per Vettel per aver montato le gomme oltre il limite dei 5′ prima del via del GP. Il tedesco era stato il primo a passare alle slick.

Al giro 26 Sainz su Ricciardo.
Al giro 28 medie per Verstappen. Stessa scelta per Carlos ed Ham. Sosta pure per Leclerc,
Verstappen passa davanti grazie al cambio gomme lungo di Lewis.

Giro 31, sbaglio di Hamilton che tenta un doppiaggio azzardato sull’umido e finisce con il muso contro le barriere.

Appena due tornate dopo, incidente al Tamburello tra l’incolore Bottas, nella parte bassa della top 10 fino a quel momento, e la Williams di Russell.

Bandiera rossa al giro 34. Troppi detriti in pista.

Hamilton si dispera, ma ha ripartirà 9° dietro a Raikkonen.

Dopo circa mezz’ora di stop si riparte con restart lanciato.
Rischio Iceman mentre si sta avvicinando alla linea e perde due posizioni. Pericolo per Verstappen che però si mantiene davanti. Ottimo spunto di Norris che supera Leclerc, quindi Perez e Sainz. Tsunoda sulla ghiaia. Il nipponico comunque riesce a riprendere.

Ottimi tempi per Verstappen.
Al giro 38 testacoda per Perez, quarto. L’escursione sulla ghiaia gli costa dieci posizioni.
Ham supera Stroll di forza ed è 6°.
Botta e risposta tra Ham e Verstappen a suon di temponi. L’inglese infila Ricciardo ed è 5°. Intanto alla top 10 Giovinazzi precipita in 15esima piazza per un problema alla pinza dei freni che lo costringe ad uno stop extra.
Al giro 47 bagarre tra Vettel e Perez per la 12esima posizione.
Hamilton si mangia Sainz e si mette all’inseguimento di Leclerc.
Alla tornata 55 Hamilton su Leclerc,
5″ di penalità per Tsuonda per il mancato rispetto dei limiti della pista. Iceman sotto investigazione per un errore nella procedura di restart.

al giro 60 Ham su Norris.
1’16″702 per Lewis.
Testacoda di Mazepin.
Al giro 63 Vettel richiamato al box per il ritiro.

Bandiera a scacchi! Vittoria per Max Verstappen, quindi Lewis Hamilton e uno splendido Lando Norris su McLaren. Seguono Leclerc e Sainz.

Lando Norris (©McLaren Twitter)