Valentino Rossi contro Binder: “Senza rispetto per gli altri”

Valentino Rossi, concentrato sui miglioramenti da fare sulla sua Yamaha per il secondo GP in Qatar, lancia una frecciata a Brad Binder.

Valentino Rossi
Valentino Rossi (foto Petronas SRT)

Valentino Rossi cerca riscatto nel secondo gran premio MotoGP in Qatar. Nello scorso ha concluso con un deludente dodicesimo posto la gara e vuole fare meglio nel weekend in arrivo.

Il pilota del team Petronas SRT spera di soffrire meno a livello di gomme. Infatti, nella domenica passata un surriscaldamento eccessivo della posteriore gli ha fatto perdere performance dopo dei primissimi giri in buona posizione. Deve trovare il modo di gestire meglio gli pneumatici e di essere costante sul passo.

LEGGI ANCHE -> Doha, Franco Morbidelli: “Nulla contro Yamaha, problema risolto”

MotoGP, Valentino Rossi su Qatar 2 e Binder

Rossi in vista del secondo fine settimana a Losail auspica di fare i miglioramenti necessari per essere competitivo: «Devo essere più veloce che nello scorso weekend. In gara non sono stato forte quanto speravo. Proveremo a modificare qualcosa nell’assetto per preservare la gomma posteriore. Dobbiamo analizzare bene i dati e migliorare. Sembra che Vinales abbia un setting diverso della moto e dell’elettronica, difficile copiare. Ho parlato con Quartararo e ha avuto un problema simile al mio, però ha chiuso quinto».

Il lavoro di Valentino nelle prove libere sarà concentrato sull’allungare la vita del pneumatico posteriore, riuscendo al contempo a mantenere un buon ritmo. Domenica scorsa dopo 7-8 giri le sue prestazioni sono crollate e il team Petronas SRT deve lavorare affinché non ricapiti.

In gara il Dottore ha avuto un’accesa lotta con Brad Binder e ha rischiato il contatto. A tal proposito ha dichiarato: «Ci sono piloti che guidano con più rispetto degli avversari – riporta Crash.net – e altri come Binder che invece non si preoccupano dei rivali. Se provi a chiudere la traiettoria, lasciano i freni e rischi di essere buttato fuori pista se non stai attento. Adesso i piloti pensano solamente alla loro gara e non agli altri. Quando ero giovane io, rispettavamo di più gli altri e ora non è più così».

Valentino Rossi
Il box di Valentino Rossi (foto Petronas)