Verstappen sul 2021 Red Bull: “Non saremo né i primi, né gli ultimi”

Verstappen sceglie la strada della diplomazia e rifiuta di essere definito il favorito del 2021 dopo i promettenti test del Bahrain.

Max Verstappen (©Getty Images)

Domani, finalmente, cominceremo a capire chi ha bluffato durante l’inverno e chi invece è stato onesto.  Per adesso ciò che sappiamo è che la Mercedes potrebbe non essere competitiva come negli ultimi anni. E che al contrario la Red Bull sembrerebbe aver colmato lo svantaggio sui tedeschi, aiutata da un motore Honda dotato degli aggiornamenti inizialmente fissati per il 2022.

Intervenuto nella classica conferenza stampa del giovedì direttamente dal circuito di Sakhir, Max Verstappen ha preferito evitare facili entusiasmi, mostrandosi sì positivo, ma con cautela. “Siamo migliorati e nei test invernali tutto è filato”, ha affermato. “Inoltre l’auto si è dimostrata prevedibile sia col vento, sia ai cambi di temperatura. Dunque sono ottimista. Lo sarei anche se fossimo ultimi, ma non credo lo saremo”.

A differenza delle recenti campagne, nel 2021 l’olandese potrà contare sul supporto di un vicino di box veloce, costante ed esperto come Sergio Perez. “Assieme cercheremo di portare al team più punti possibile”, ha asserito il #33 con il chiaro obiettivo di portare la coppa costruttori a Milton Keynes.

Checo entusiasta alla vigilia della seconda chance

Giustamente felice per un treno passato all’improvviso e proprio quando il suo percorso in F1 pareva essere giunto alla fine, l’ex Racing Point invece, si è definito soddisfatto per come si è gestito nella marcia di avvicinamento all’avvio del mondiale, nonché ansioso di misurarsi con i rivali in gara.

“Non conosco ancora abbastanza la RB16B da decretarla la migliore mai guidata, tuttavia ha un gran potenziale e nel confronto con le altre sembra la più competitiva”, si è sbilanciato. “Il mio target personale è cercare di sfruttare al massimo il potenziale della vettura. Riguardo al mio compagno so che è molto veloce e che sarà un buon punto di riferimento”.

Sergio Perez (©Getty Images)

Chiara Rainis