Marc Marquez resta a Cervera: la versione di Alberto Puig

Alberto Puig assicura che Marc Marquez, assente a Losail presto tornerà in pista e saprà far sognare i suoi tanti tifosi.

Alberto Puig MotoGP
Alberto Puig (Getty Images)

Alberto Puig, team manager Repsol Honda, ha parlato ai microfoni di DAZN alla vigilia del GP di Losail. Repsol Honda riparte senza il suo fuoriclasse Marc Marquez, ma assicura che il ritorno è vicino e che sarà presto ai grandissimi livelli cui ci ha abituato. Nell’attesa ci sarà Pol Espargarò a recitare il ruolo di pilota di punta, anche se dovrà meglio familiarizzare con la RC213V.

Per la prima volta in griglia HRC porta quattro moto identiche: “Non cambia molto, cambia soprattutto Nakagami, che aveva sempre avuto una moto dell’anno precedente e quest’anno guiderà la stessa moto degli altri, a causa della questione del congelamento del motore”, spiega il team manager catalano. Ma peserà ancora una volta la mancanza del Cabroncito, che ha preferito saltare il doppio turno di questo inizio Mondiale. “Non è in Qatar perché i medici hanno ritenuto che gli manchi un po’ per essere sicuro al cento per cento per poter tornare in buone condizioni. Abbiamo con lui a Barcellona e Portimao, la verità è che le sensazioni erano buone, stava andando veloce. I medici hanno voluto aspettare ancora un po’”.

Honda e Marc Marquez non possono prendersi altri rischi , inoltre il doppio impegno di Losail avrebbe richiesto uno sforzo maggiore a causa dei week-end di gara ravvicinato. “Abbiamo seguito le indicazioni dei medici e speriamo che presto possa tornare insieme a noi, con la squadra e fare quello che sa fare, ovvero vincere le gare”, ha aggiunto Alberto Puig. “Sappiamo che iniziare il campionato senza il nostro pilota campione non è il massimo, ma non è nemmeno la fine del mondo. È l’inizio dell’anno e, se tutto andrà bene, avremo un campionato lungo, con tante gare e ci sarà tempo per provare a rimetterci a posto”.

Marc Marquez
Marc Marquez (Foto Repsol Honda Team/Red Bull)