Marquez, il suo dramma: “Mi stavo consumando, perdevo peso”

Marc Marquez durante un documentario realizzato per DAZN ha raccontato i difficili momenti vissuti dopo l’infortunio del 2020.

Marc Marquez (Twitter)
Marc Marquez (Twitter)

Per Marc Marquez è stato un 2020 letteralmente infernale. Il pilota spagnolo, infatti, si è fatto male praticamente subito, alla prima gara e ha dovuto saltare l’intero campionato. Alla fine il rider iberico si è dovuto sottoporre a ben tre interventi chirurgici vivendo dei momenti davvero tragici sportivamente parlando.

DAZN Spagna ha deciso di produrre un nuovo documentario dal titolo “Fearless” dove viene raccontato il difficile periodo vissuto da Marc Marquez durante il suo infortunio e il recupero. Un racconto molto duro dove vengono intervistati oltre che allo stesso pilota anche le tante persone che da sempre fanno parte della sua tribù.

Marquez: “Quando torno il mio corpo deve essere pronto”

In particolare Marc Marquez ha così raccontato i mesi successivi all’infortunio: “Per me una stagione è finita quando non posso più lottare per il campionato. Logicamente non pensavo di non tornare più a correre. Ci sono stati mesi difficili prima che io accettassi tutto questo. Mi stavo consumando. Non facevo nulla e perdevo peso. C’era ansia nel mio corpo”.

Lo spagnolo ha poi proseguito: “Tutto indicava che mi sarei ripreso, ma c’era la paura di un altro infortunio e di restare così. C’era la paura di poter restare fermo senza moto. Non ho paura di non essere mai più lo stesso Marc Marquez, perché se fosse così non tornerei. Quando torno il mio corpo deve essere pronto a correre gli stessi rischi”. Insomma un racconto molto intenso che dimostra ancora una volta quanto sia stata dura per il pilota iberico soffrire in silenzio lontano dalla pista.

Antonio Russo