Guai per la F1 in Brasile. Interlagos di nuovo in pericolo

Congelato il GP del Brasile 2021 e forse anche del futuro. Uno scandalo legato all’uso di fondi pubblici ha bloccato l’accordo con la F1.

(©Getty Images)

Proseguono i travagli del GP del Brasile, a cui per la verità siamo abituati. Se negli anni scorsi il Presidente Jair Bolsonaro ha quasi dichiarato “guerra” ad Interlagos, insistendo che per forza di cose il round iridato del Circus doveva essere trasferito a Rio de Janeiro, privo tutt’ora di un impianto; oggi la conferma fino al 2025 dello storico circuito di San Paolo arrivata un po’ a sorpresa nelle scorse settimane è stata di nuovo posta in dubbio.

Le ragioni sarebbero amministrative. In pratica sarebbe emerso che, la città che ha dato i natali ad Ayrton Senna, avrebbe accettato di sborsare (sottotraccia) ben 20 milioni di Real, ossia 3,65 milioni di dollari a replica, mentre sulla carta il sostegno avrebbe dovuto riguardare soltanto i lavori di ristrutturazione della struttura.

Venuta a galla la vicenda, sarebbe partita subito una petizione e quindi un’azione legale portata avanti dall’assessore e avvocato locale Rubens Nunes. “La F1 è importante per noi, ma ciò non autorizza a stipulare contratti senza un’offerta, in segreto e con una società senza conoscenza della zona, creata solo qualche giorno prima per questo scopo”, la sua nota ufficiale pubblicata anche sulle piattaforme sociali. Per avere una risposta definitiva sul caso ci sarà da aspettare almeno cinque giorni.

L’Olanda non teme la cancellazione

Intanto che il Brasile si interroga sul suo futuro, il Paese di Max Verstappen comincia il conto alla rovescia. L’appuntamento per Zandvoort è fissato al prossimo settembre e i cambi di programma relativi all’Australia e alla Cina non dovrebbero avere influenza.

“La collocazione abbastanza in là nel tempo ci rende tranquilli”, ha dichiarato a NOS il responsabile Jan Lammers. “In teoria avremmo dovuto ospitare l’evento a maggio ma, considerate le criticità legate al Coronavirus, difficilmente avremmo potuto consentire l’accesso agli spettatori, quindi a noi va bene così”, ha chiosato soddisfatto l’ex driver.

Max Verstappen (©Getty Images)

Chiara Rainis