“Poteva essere l’anno di Valentino Rossi, ora non vincerà”: parola del rivale

Il suo ex rivale Carlos Checa boccia senza appello la stagione 2020 di Valentino Rossi: “Ha sbagliato per troppa voglia di vincere”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (Foto JEAN-FRANCOIS MONIER/AFP via Getty Images)

Una bocciatura senza appello per la stagione 2020 quella riservata a Valentino Rossi dal suo ex rivale Carlos Checa. Il pilota iberico, che come il Dottore ha corso ben oltre i quarant’anni (vincendo tra l’altro anche il Mondiale Superbike in età piuttosto avanzata) si è detto decisamente deluso del rendimento del suo collega nell’annata di corse appena conclusa.

“Penso che, con il passaggio alla Petronas, Valentino possa migliorare, perché gli toglierà dalle spalle un po’ di pressione”, ha affermato ai microfoni del sito specializzato spagnolo Motosan. “Quest’anno ha commesso diversi errori e penso che cercherà di rimediare”.

Gli errori di Valentino Rossi

Checa attribuisce la ragione del 2020 storto del fenomeno di Tavullia non ai limiti tecnici della sua Yamaha, bensì agli sbagli commessi dallo stesso campione: “Il motivo è stato la voglia di vincere o di ottenere buoni risultati”, spiega. “E poi la sfortuna del Covid che lo ha costretto a saltare diverse gare: questo ha segnato la sua stagione”.

Una delusione che brucia ancora di più perché questo campionato così particolare, condizionato dalla pandemia e dall’assenza del suo padrone Marc Marquez per infortunio, avrebbe concesso a Valentino Rossi forse l’ultima opportunità per portare a casa il famigerato decimo titolo.

“Ripensandoci a freddo, questa poteva essere la sua stagione, l’anno giusto per poter lottare per il campionato, grazie alla continuità di risultati che ha sempre avuto”, prosegue infatti Carlos. “Tranne quest’anno, appunto. Secondo me questo gli farà molto male, perché sa che si trattava di una grande opportunità. Valentino è ben consapevole che sarà molto difficile vincere di nuovo”.

Checa confida nel team Petronas

Ma Checa si dice anche ottimista per il futuro del nove volte iridato. Certo, magari non tornerà più sul tetto del mondo, ma l’ambiente più rilassato e la struttura molto professionale che troverà nel team satellite Petronas potrebbero comunque permettergli un pronto riscatto, secondo lo spagnolo.

“L’anno prossimo si troverà in un team più familiare, tecnicamente avrà tutto ciò che vuole e anche di più”, sostiene. “A parte questo, avrà al suo fianco Morbidelli, che è un suo caro amico. Nella struttura c’è anche Ramon Forcada, che secondo me è un grande coach, grazie al suo notevole palmares di vittorie e di titoli conquistati con Jorge Lorenzo. In questo senso penso che Valentino possa ritrovarsi in un team migliore”.

Carlos Checa e Valentino Rossi
Carlos Checa e Valentino Rossi (Foto TENGKU BAHAR/AFP via Getty Images)