La Red Bull mette gli occhi su Russell: lo fregherà alla Mercedes?

La Mercedes non intende promuovere George Russell al team ufficiale già nel 2021. E la Red Bull potrebbe approfittarne per strapparglielo

George Russell
George Russell (Foto Peter Fox/Getty Images)

Con il suo exploit al Gran Premio di Sakhir, seppur non premiato dal risultato finale, George Russell si è ritrovato improvvisamente al centro del mercato piloti della Formula 1. E se la “sua” Mercedes non sembra ancora pronta ad offrirgli un posto da titolare a tempo pieno per il 2021, a concedergli un’alternativa potrebbe pensarci la Red Bull.

Già, i Bibitari sarebbero interessati a portare in squadra l’inglese, e a strapparlo dunque al vivaio dei rivali della Freccia nera. Proprio il campione 2018 della Formula 2 sembra diventato uno dei candidati favoriti al sedile che attualmente è occupato dal deludente Alex Albon.

Leggi anche —> Wolff: “Russell, è nata una stella”. E per Hamilton e Bottas sono guai

Red Bull interessata a Russell già per il 2021

Lo afferma l’emittente televisiva tedesca Rtl: “Dopo le sue ultime prestazioni, Sergio Perez è in pole position per il sedile al fianco di Max Verstappen. Ma Helmut Marko e Christian Horner hanno messo gli occhi sul 22enne Russell ormai da qualche tempo”. Proseguono i giornalisti teutonici che le Lattine starebbero monitorando con attenzione la situazione contrattuale del britannico alla Mercedes, anche se resta da chiarire quanto serio sia effettivamente il loro interesse.

“Se la Mercedes non dovesse trasferirlo alla squadra ufficiale”, prosegue la televisione, “la Red Bull cercherebbe sicuramente di sedurlo con argomenti gustosi. Chissà, il britannico potrebbe rivelarsi sensibile. Il suo attuale contratto con la Williams sarebbe l’ultimo dei suoi problemi. Si tratterebbe quasi di una punizione meritata per Toto Wolff, che ha preferito un portatore d’acqua come Valtteri Bottas a Russell per il 2021″.

Anche un ex pilota di Formula 1 come Christijan Albers è convinto che la Red Bull dovrebbe mettere mano al portafogli per assicurarsi i servigi del giovane talento: “Non ci sono altri emergenti nel loro vivaio al momento”, ha affermato il 41enne al giornale olandese De Telegraaf. “Devono puntare su Perez o su Russell, i piloti che possono davvero andare forte. E la Red Bull è un team che ha i soldi per acquisire il cartellino di Russell“.

Leggi anche —> Perez lo ha dimostrato: è un vincente. E ha convinto Red Bull a prenderlo?

George Russell
George Russell (Foto Peter Fox/Getty Images)