Mercedes multata. Toto Wolff confessa: “Abbiamo fatto una ca…ta”

Per l’errore nel cambio gomme ai box durante il Gran Premio di Sakhir, la Mercedes è stata punita con una multa di 20 mila euro

Il pit stop di George Russell al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein
Il pit stop di George Russell al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein (Foto LAT Images/Mercedes)

“Una ca…ta colossale”. Con questa definizione, esplicita quanto efficace, il team principal della Mercedes, Toto Wolff, ha raccontato l’errore ai box commesso dai suoi uomini nel corso del Gran Premio di Sakhir. Costato una potenziale vittoria al debutto a George Russell, e soprattutto all’intera squadra una multa inflitta da parte della direzione gara.

Il fattaccio è avvenuto quando in pista è scesa la safety car, a seguito dell’incidente della Williams di Jack Aitken. A quel punto la Freccia nera ha deciso di richiamare entrambe le vetture ai box, ma i meccanici hanno fatto confusione tra le gomme destinate a Russell e quelle di Valtteri Bottas. Il finlandese è rimasto fermo nella sua piazzola per un’eternità, mentre gli venivano rimontate le vecchie coperture dure, mentre l’inglese è addirittura dovuto rientrare per un secondo pit stop al giro successivo, rovinando definitivamente la sua corsa.

Mercedes punita ma non troppo severamente

Ma questo sbaglio si è tradotto anche un’irregolarità: il montaggio di pneumatici previsti per un’altra macchina infrange infatti il regolamento, motivo per il quale i commissari hanno punito la scuderia di Brackley con un’ammenda di 20 mila euro. Sanzioni più severe, come la squalifica e la relativa cancellazione dei punti del nono posto raccolti da Russell, sono state evitate poiché l’errore è stato riconosciuto accidentale.

Il boss Wolff ha infatti rivelato che la causa è stato un problema nelle comunicazioni radio all’interno del garage: “Per noi in generale è stata una ca…ta colossale”, ha raccontato ai microfoni di Sky Sport Inghilterra. “So che non potrei dirlo, ma è stato così. Semplicemente una delle due equipe di meccanici non ha sentito la chiamata, c’è stato un guasto radio, e quando la macchina è rientrata non sapevano di avere le gomme sbagliate, per questo sono tornati in pista”. I giudici hanno compreso la buona fede della Mercedes, che non aveva intenzione di trarre alcun vantaggio scorretto dalla circostanza, e dunque hanno usato la mano leggera.

Leggi anche —> Russell, che sfiga! La vittoria sfuma per colpa delle gomme: “Così fa male”

Il pit stop di Valtteri Bottas al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein
Il pit stop di Valtteri Bottas al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein (Foto LAT Images/Mercedes)