Leclerc, l’incidente non basta: ora si becca anche una penalizzazione

Oltre al ritiro, l’incidente innescato da Charles Leclerc al primo giro del Gran Premio di Sakhir gli costa anche una penalità in griglia

La Ferrari incidentata di Charles Leclerc al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein
La Ferrari incidentata di Charles Leclerc al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein (Foto HAMAD I MOHAMMED/POOL/AFP via Getty Images)

Oltre al danno, la beffa. Charles Leclerc si becca pure una penalità per l’incidente che gli era già costato il ritiro al primo giro del Gran Premio di Sakhir. Nella staccata per l’ingresso della curva 4, il monegasco ha frenato troppo tardi ed ha toccato la Racing Point di Sergio Perez, che era in duello con la Mercedes di Valtteri Bottas, mandandolo in testacoda.

La sua Ferrari è finita dritta contro le barriere e la stessa sorte è toccata poco dopo alla Red Bull di Max Verstappen, che aveva dovuto evitare la vettura del messicano che si era girata davanti a lui. La direzione gara del Bahrein ha messo sotto investigazione l’episodio e ha concluso che la colpa dell’incidente in questione fosse da imputare proprio a Charles.

La sentenza dei commissari

Per questo motivo il Piccolo principe sarà penalizzato di tre posizioni sulla griglia di partenza del prossimo Gran Premio di Abu Dhabi, oltre a perdere due punti sulla sua patente. “La vettura 16 (quella di Leclerc, ndr) si è toccata con la 11 (quella di Perez, ndr) alla curva 4, costringendo la vettura 33 (quella di Verstappen, ndr) ad evitarla e a colpire le barriere”, si legge nel comunicato conclusivo dei giudici.

“I commissari hanno ascoltato Leclerc, i rappresentanti del team e hanno valutato numerose prove video riprese da varie angolazioni”, prosegue la nota. “La vettura 16 ha frenato troppo tardi alla curva 4, bloccando la ruota anteriore destra e collidendo con la vettura 11 che stava percorrendo la traiettoria normale all’ingresso della curva”.

L’ammissione di Leclerc

Era stato lo stesso Leclerc, del resto, ad assumersi con onestà la responsabilità dell’incidente nelle dichiarazioni del dopo gara: “Ero quinto, fianco a fianco o subito dietro a Max e ho cercato di superarlo alla curva 4”, ha raccontato il ferrarista. “Avevo visto Checo ma mi aspettavo che prendesse l’esterno di Valtteri e restasse lì. Invece ha deciso di rientrare all’interno, dove mi trovavo io, ed era troppo tardi per rallentare. Non penso che abbia sbagliato lui, non voglio dargli la colpa, se c’è un colpevole oggi sono stato io. Ma più che altro penso che sia stato un colpo di sfortuna”.

Leggi anche —> Leclerc fuori per incidente: “Colpa mia”. Verstappen: “È stato spericolato”

La Ferrari incidentata di Charles Leclerc al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein
La Ferrari incidentata di Charles Leclerc al Gran Premio di Sakhir di F1 2020 in Bahrein (Foto HAMAD I MOHAMMED/POOL/AFP via Getty Images)