Bradl striglia Lorenzo: “Forse da tester non è motivato, bisogna allenarsi”

Stefan Bradl non usa mezzi termini nel parlare di Jorge Lorenzo. Per il tedesco lo spagnolo non si è allenato a dovere in questi mesi.

Jorge Lorenzo e Stefan Bradl (Getty Images)
Jorge Lorenzo e Stefan Bradl (Getty Images)

Stefan Bradl ha vissuto una stagione molto intensa. Il rider tedesco, infatti, storico tester Honda, si è ritrovato a dover sostituire per tutta la stagione l’infortunato Marc Marquez. Dopo una prima parte decisamente difficoltosa però il pilota teutonico è lentamente cresciuto sino ad ottenere nell’ultima gara il suo miglior piazzamento stagione: il 7° posto.

Bradl, nonostante sia un tester, negli ultimi anni è stato più volte chiamato in causa dalla Honda, come nel 2019, quando ha sostituito per alcune gare l’infortunato Jorge Lorenzo. Proprio quest’ultimo è stato recentemente oggetto di critiche per il proprio rendimento come tester.

Bradl: “Io mi sono sempre allenato”

Come riportato da “Motorsport-total.com”, il rider della Honda ha così provato a spiegare: “Non so quanti mesi fossero che Jorge non era in moto. Questo sport è come tutti gli altri per noi atleti. Devi allenarti. Non puoi fare un’esibizione se non ti alleni. Forse da collaudatore non è più così motivato come in passato. Non lo so. Io non so cosa vuole fare in futuro, se vuole ritornare nel paddock o vuole godersi la vita. Questa sarà una sua decisione”.

Bradl ha poi proseguito: “Io mi sono sempre allenato, anche in quei momenti in cui era più difficile motivarsi. Non sai mai quando puoi tornare in sella ad una moto. Quando fa il collaudatore devi avere una forma diversa rispetto al pilota ufficiale. Non è una cosa semplice da ottenere”. Insomma, a quanto pare, il tedesco pensa che lo spagnolo non si sia allenato a dovere in questi mesi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da JORGE LORENZO (@jorgelorenzo99)

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo nel paddock (Getty Images)