Gerloff sfida Rea e Razgatlioglu: “Sogno il titolo Superbike”

Molto ambizioso Garrett Gerloff, che punta molto in alto per il campionato mondiale Superbike 2021. Vuole ripagare la fiducia della Yamaha.

Garrett Gerloff Superbike
Garrett Gerloff (Getty Images)

Prima stagione positiva nel Mondiale Superbike per Garrett Gerloff, che nel 2021 punta a fare un salto di qualità. Continuerà a correre con il team GRT Yamaha, ma disporrà della R1 2021 e proverà a dire la sua.

Nell’ultimo campionato ha usato la moto 2019 ed è riuscito a fare bene. Doveva imparare tante cose dopo gli anni in MotoAmerica, l’anno prossimo sarà certamente più pronto per affermarsi in maniera importante nel Mondiale SBK.

SBK, Gerloff svela gli obiettivi

Gerloff è molto ambizioso per il futuro e al sito ufficiale WorldSBK non si è nascosto nell’indicare i suoi obiettivi: «Non voglio pormi obiettivi folli, però cercherò sicuramente di essere il migliore pilota Yamaha. E se potrò farlo, proverò a lottare per il titolo mondiale. Vorrei assolutamente riuscirci. Il tempo dirà se potrò farcela».

Il rider americano lancia la sfida a Toprak Razgatlioglu per il ruolo di miglior pilota Yamaha, però spera anche di poter creare fastidi al campione in carica Jonathan Rea.

Gerloff, che ha avuto anche un piccolo assaggio di MotoGP sostituendo Valentino Rossi nel venerdì di prove libere ad Aragon, è entusiasta di proseguire la sua esperienza con il team GRT: «Sono molto contento di GRT Yamaha e della R1. Penso che se ci concentriamo bene, gara dopo gara, saremo forti. A fine stagione voglio essere in una buona posizione».

C’era chi si aspettava che Yamaha scegliesse Garrett per la squadra ufficiale come compagno di Razgatlioglu, una scelta che ci stava tutta. Invece, è stato preferito Andrea Locatelli dopo la vittoria del campionato mondiale Supersport.

Garrett Gerloff Superbike
Garrett Gerloff (Getty Images)