Bugatti Chiron Sport ‘Les Légendes du Ciel’: come in cielo così in terra

L’edizione della Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel celebra il successo del marchio nell’industria aeronautica e nelle corse all’inizio del XX secolo

Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel
(Image by Motor1)

L’azienda sta realizzando una tiratura limitata di 20 vetture della Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel che venderà per 2,88 milioni di euro ciascuna.

La Chiron Sport Les Légendes du Ciel indossa una carrozzeria grigio opaco in un colore che Bugatti chiama ‘Serpente Grigio‘, con un’ampia striscia bianca lucida che corre per tutta la lunghezza dell’esterno.

I colori blu, bianco e rosso della bandiera francese appaiono sui davanzali laterali appena dietro i parafanghi anteriori. Il bordo a ferro di cavallo della griglia ha una finitura nera lucida, e i montanti della griglia sono in alluminio tagliato al laser. Lo scarico è stampato in 3D, resistente alle alte temperature.

Il logo del motore di un aereo con un’elica appare all’esterno e all’interno. Lo si può notare sui parafanghi anteriori, sui poggiatesta dei sedili e su una porzione di alluminio della console centrale.

Entrando nell’edizione speciale Chiron Sport, l’abitacolo è in pelle marrone Gaucho con finiture in alluminio. I pannelli delle porte presentano lo schizzo di un aereo Nieuport 17 in gara con una Bugatti Type 13. Come opzioni, gli acquirenti possono ordinare i sedili comfort e il tetto a doppio pannello Sky View.

Il propulsore è preso direttamente dalla Chiron Sport. Il W16 da 8,0 litri riesce ad erogare 1.479 cavalli e 1.600 Nm di coppia.

Molti piloti di successo della Bugatti, come Albert Divo, Robert Benoist e Bartolomeo ‘Meo’ Costantini, hanno volato per l’Aeronautica Militare Francese, il leggendario aviatore francese Roland Garros ha guidato privatamente una Bugatti Type 18 per essere un veloce sulla strada come nell’aria“, dice Stephan Winkelmann, Presidente della Bugatti.
Bugatti Chiron Sport Les Légendes du Ciel

(Image by Motor1)Mentre di solito pensiamo alla Bugatti come a una casa automobilistica, l’azienda ha anche una lunga storia di creazione di motori per l’industria aeronautica.

Leggi anche -> Bugatti Chiron Super Sport 300+ e Pur Sport in fase di test a Nardò – VIDEO

Una delle creazioni più strane è stato un propulsore da 24 litri che aveva due banchi verticali di otto cilindri, quindi più che un V16, era più un U16. Nel 1937, Ettore Bugatti lavorò persino su un velivolo completo nella speranza di infrangere con esso i record di velocità, ma lo scoppio della seconda guerra mondiale fermò il progetto.