Valentino Rossi non punta troppo in alto: “Inseguo solo la zona punti”

In un altro Gran Premio difficile come quello del Portogallo, Valentino Rossi si accontenterebbe di portare a casa dei punti

Valentino Rossi ai box della Yamaha nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto PATRICIA DE MELO MOREIRA/AFP via Getty Images)
Valentino Rossi ai box della Yamaha nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto PATRICIA DE MELO MOREIRA/AFP via Getty Images)

Travagliato fino all’ultimo. Questo 2020 maledetto per Valentino Rossi, tra prestazioni deludenti, problemi tecnici, cadute, ritiri e persino il contagio da coronavirus, gli riserva difficoltà addirittura nell’ultima prova stagionale, il Gran Premio del Portogallo.

Sull’esordiente pista di Portimao il Dottore ha cominciato male fin dalle prove libere di ieri, e anche nelle qualifiche del sabato non ha certo brillato, conquistando appena la diciassettesima casella sulla griglia di partenza. Pur mettendo in luce qualche passo in avanti nella messa a punto della moto, l’ottimismo non è molto e il fenomeno di Tavullia si pone obiettivi piuttosto modesti per domenica.

“Venerdì ero troppo lontano, non mi trovavo a mio agio guidando la moto, ma oggi è andata meglio”, spiega. “Ho compiuto dei progressi sul passo gara e stresso di meno le gomme, ma gli altri restano più veloci. In vista della corsa di domani dobbiamo ancora migliorare, soprattutto nella gestione degli pneumatici. La posizione di partenza è difficile, ci sono tanti piloti vicino a noi e con un passo simile: posso solo provare a fare dei punti”.

Valentino Rossi tra passato e futuro

Anche Vale avverte il clima da ultimo giorno di scuola che si respira in questo finale di una stagione davvero unica e (speriamo) irripetibile. “È un 2020 che in tanti vorrebbero cancellare e veder finire al più presto, soprattutto per la pandemia”, ammette. “Se ci fossero state un altro paio di gare, ma su piste a me gradite, io le avrei fatte con piacere, perché non sono stanco e ho recuperato bene dal Covid. Comunque andare in ferie dopo quest’ultima gara è piacevole, perché è stata una stagione molto densa e complicata”.

Il suo futuro prossimo sarà sulle quattro ruote. Oggi Valentino Rossi ha infatti confermato i suoi programmi invernali: “Non farò il Rally di Monza, ma correrò il 9 gennaio la 12 Ore del Golfo con Uccio e mio fratello Luca Marini con la Ferrari 488 del team Kessel ma in Bahrein, non ad Abu Dhabi. Sperando che il Covid ce lo consenta, perché non ne stiamo guarendo come si dice in Italia…”.

Valentino Rossi sulla Yamaha nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto PATRICIA DE MELO MOREIRA/AFP via Getty Images)
Valentino Rossi sulla Yamaha nel Gran Premio del Portogallo di MotoGP 2020 a Portimao (Foto PATRICIA DE MELO MOREIRA/AFP via Getty Images)