Prost mette già ansia ad Hamilton: le parole su Verstappen fanno paura

Alain Prost ha messo in guardi Hamilton in vista della prossima stagione. Le parole su Verstappen fanno decisamente gongolare la Red Bull.

Prost e Lewis Hamilton (LaPresse)
Prost e Lewis Hamilton (LaPresse)

Il finale del Mondiale di F1 è stato decisamente da infarto. Max Verstappen ha conquistato il titolo praticamente all’ultimo respiro beffando Hamilton. Un ultimo scorcio di campionato che ha lasciato anche tanti strascichi di polemica con la Mercedes che si è sentita derubata del titolo a causa di una decisione di Michael Masi nel finale.

Tra gli ex piloti di F1 uno dei massimi esperti di battaglie all’ultimo respiro c’è sicuramente Alain Prost. Il francese negli anni ha dato vita a sfide epiche con Ayrton Senna. La loro rivalità è ancora oggi leggendaria.

Prost punta ancora su Verstappen

In un’intervista rilasciata a Motorsport.com il 4 volte campione del mondo ha così dichiarato: “Anche se sono deluso dal finale controverso, è stata la migliore stagione di F1 che ricordo. Nella classe regina, l’azione è costantemente basata sullo spettacolo. Tutto questo ha portato molti giovani ad essere affascinati da questo mondo”.

Prost ha poi parlato dell’olandese campione in carica: “Verstappen ha avuto una stagione perfetta. Ricordo quando è entrato in F1, quando molti dicevano che aveva talento, ma era troppo giovane e faceva errori. Nel corso degli anni Max è migliorato sempre di più e nel 2021 non ho visto quasi nessun errore da parte sua. Forse a parte le qualifiche di Jeddah, ma alla fine era così all’attacco che ci può stare”.

F1, Max Verstappen ha oltrepassato il limite: ecco cosa rischia nel 2022

Entra nel gruppo offerte di lavoro, bonus, invalidità, legge 104, pensioni e news

Ricevi ogni giorno gratis news su offerte di lavoro ed economia


  1. Telegram - Gruppo

  2. Facebook - Gruppo

Infine il francese ha messo in guardia Hamilton in vista della prossima annata: “Quando hai il primo titolo in tasca sei meno sotto pressione. Sarà ancora più forte l’anno prossimo perché riuscirà a valutare quando attaccare e quando correre meno rischi e per questo sarà un pilota ancora migliore. Sono felice per Max e triste per Lewis, tutto sommato entrambi avrebbero meritato il titolo”.