MotoGP, KTM perde la gomma media come punto di forza

KTM ha sofferto troppo le gomme sul circuito di Losail. Ma la gomma media all’anteriore non sembra calzare a pennello per la RC16 come nel 2020.

Brad Binder
Brad Binder (getty images)

KTM ha riscontrato qualche difficoltà di troppo a Losail, non solo per il layout poco amichevole per la RC16, ma anche per le gomme a disposizione nel doppio Gran Premio. La soft era l’unica vera scelta a disposizione per il posteriore, all’anteriore hanno montato una media facendo una scelta controcorrente rispetto agli altri costruttori. La casa austriaca è nota per privilegiare mescole più dure, soprattutto sulla ruota anteriore, per poter mostrare i loro punti di forza in frenata e all’ingresso di una curva.

Brad Binder ha ottenuto il miglior risultato per la casa di Mattighofen chiudendo all’8° posto nella seconda gara. “Ho la sensazione che le nostre mani siano un po’ legate”, dice il sudafricano del team KTM factory. “La gomma morbida è semplicemente troppo morbida per noi. Qualunque cosa facciamo, la gomma ha ceduto a metà gara. Anche in qualifica, notiamo una perdita di prestazioni dopo pochi giri. E non va affatto bene”. Nella scorsa stagione KTM ha fatto della mescola media il suo punto di forza, ma quest’anno Michelin ha cambiato la rigidità delle tre mescole. “Con la gomma che ha funzionato per noi lo scorso anno, stiamo attraversando un momento difficile, o meglio non esiste più”.

Piero Taramasso, responsabile Michelin motorsport, in un’intervista a Motogp.com ha chiarito la situazione. “Non abbiamo mai usato questo pneumatico qui in Qatar. Ha avuto un impatto su poche altre piste, ma a nessuno è piaciuto. Ne abbiamo parlato al Red Bull Ring durante la Safety Commission e solo un pilota voleva tenerlo, 21 piloti no. Non c’era la maggioranza assoluta per cambiarlo durante la stagione. Quindi l’abbiamo cambiato in questa stagione. Non è più nell’allocazione per il 2021”.

In Qatar è stato utilizzato un nuovo pneumatico medio con un design asimmetrico: “La media segue una filosofia diversa qui. Mentre la morbida e la dura sono simmetriche, la media è asimmetrica, con il lato destro più duro”. L’anno scorso Miguel Oliveira ha trionfato nella gara di casa in Portogallo, montando la hard. Stavolta probabilmente dovrà riutilizzare la media. “Ci siamo confrontati con tempi e temperature speciali in Qatar, quindi speriamo di venire a Portimao e che questo pneumatico funzioni lì”.

Miguel Oliveira
Miguel Oliveira (getty images)